Michael Rank

Le donne più potenti del Medioevo: dall’Imperatrice Teodora a Elisabetta Tudor

donne più potenti medioevo

L’idea di una donna potente nel Medio Evo sembra un ossimoro.  Le donne dell’epoca sono immaginate come damigelle in pericolo, intrappolate in un’alta torre, in attesa di un cavaliere che le salvi, il tutto mentre indossa un cono per cappello.  Dopo il salvataggio la loro vita migliora di poco.  Le loro scelte di carriera andavano da docile regina, moglie o essere bruciate sul rogo per stregoneria.

È se questa immagine delle donne medievali fosse del tutto immaginaria?

Si scoprirà che lo è. Sovrane potenti riempivano il Medio Evo.  Ethelfleda condusse personalmente gli eserciti in battaglia contro i vichinghi e salvò l’Inghilterra dall’invasione straniera. L’imperatrice Teodora impedì all’Impero Bizantino di sgretolarsi durante ribellioni su ampia scala e impedì al marito e al suo concilio di fuggire da Costantinopoli. Caterina da Siena ripristinò praticamente da sola il papato a Roma nel 1300 e viaggiò nel modo brutale e dominato dagli uomini della politica italiana.   Giovanna d’Arco capovolse completamente le fortune della Francia nella Guerra dei Cento Anni e comandò gli assalti contro le fortezze inglesi nonostante fosse una contadina analfabeta di 17 anni.

Questo libro osserverà le vite di queste dieci grandi donne del Medioevo. Che si tratti della nota studiosa Anna Comnena, di Margherita I di Danimarca, che unificò la Scandinavia, o della regina madre ottomana Kösem Mähpeyker, che governò l’impero islamico tramite i suoi tre figli, tutte queste donne hanno avuto livelli straordinari di potere in un periodo in cui si riteneva che le donne non ne avessero alcuno.

Si guarderà a come sono riuscite ad ottenere il potere, cosa ha reso il loro traguardo così degno di nota e l’impatto che ha avuto nelle rispettive società la loro morte. Verrà inoltre descritto il contesto storico di queste donne, la loro cultura e cosa di questi due aspetti abbia aiutato o intralciato la loro ascesa.

Le loro storie riecheggiano ancora.

Save