5 libri per foodie (o aspiranti tali)

In questi giorni fioccano i post dove si consigliano libri da leggere sotto l’ombrellone. Chi sono io per farvi mancare un post sui libri da leggere in spiaggia? Il tutto in versione foodie. Il dilemma dell’onnivoro  – Michael Pollan Dopo aver letto questo libro non guarderete più la carne con gli stessi occhi. Non fraintendetemi,Continua a leggere “5 libri per foodie (o aspiranti tali)”

I magnifici 7 diventano 10

Poco meno di un anno fa, ho scritto la mia personalissima classifica dei 7 libri che non possono mancare nella biblioteca di un traduttore freelance. Oggi vi suggerisco altri tre libri, due freschi freschi di stampa e uno di qualche anno fa, per fare cifra tonda. Il traduttore insostituibile di Marco Cevoli. Ultimissimo in ordineContinua a leggere “I magnifici 7 diventano 10”

ABC del sito per freelance

Avendo già letto, apprezzato e recensito i due libri precedenti di Francesca Marano (qui e qui), non mi sono nemmeno posta il problema se questa terza fatica, ABC del sito per freelance, mi sarebbe piaciuta o meno e l’ho prenotato sulla fiducia. Fiducia che è stata ampiamente ricambiata con un testo utile e, come d’abitudine,Continua a leggere “ABC del sito per freelance”

Last night a subber saved my life

Il libro che voglio proporvi questa settimana è corto, cortissimo, si legge in una mezz’ora, ma è uno di quei libri che ti fanno pensare e che torni a rileggere qua e là per capirlo meglio, per prendere spunti e appunti (perdonate il gioco di parole). Insomma è proprio interessante. L’autore è Simone Laudiero eContinua a leggere “Last night a subber saved my life”

Umanistica_Digitale

Dalla postfazione del libro: Questo libro è un metalogo: un dialogo che assume la forma di ciò che si discute. […] Volevamo fondere contenuto e contenitore, idee e design, per ribadirne l’indissolubilità. Il modello di partenza si è evoluto grazie a iterazioni successive. Per questo motivo scrittori e grafici, sono indicati come autori: la paternitàContinua a leggere “Umanistica_Digitale”

Tre libri tre*

Vi starete chiedendo perché proprio tre libri. Semplice, perché questi tre libri sono collegati tra loro in modi diversi. Innanzitutto formano un unico discorso su un argomento molto interessante: il decluttering. Decluttering letteralmente significa mettere in ordine, eliminare il superfluo, è il contrario di clutter, riempire alla rinfusa, mettere in disordine. Nel tempo è diventataContinua a leggere “Tre libri tre*”

Le parole del papa: da Gregorio VII a Francesco

Una piccola premessa: se doveste mai decidere di iniziare a leggere dei saggi di storia, partite con uno qualsiasi di Alessandro Barbero; il motivo è piuttosto semplice, Barbero, oltre ad essere uno stimato storico, è anche un ottimo romanziere, questo significa che i suoi saggi uniscono all‘accuratezza storica dell’accademico, la leggibilità dell’abile romanziere. In “LeContinua a leggere “Le parole del papa: da Gregorio VII a Francesco”

The language of food

Cosa distingue, oltre al prezzo, il menù di un ristorante costoso da quello di un ristorante economico? L’uso delle parole: nel menù di un ristorante costoso il focus sarà sulla provenienza prestigiosa della materia prima, mentre in quello di un ristorante di media categoria l’attenzione sarà più rivolta alla genuinità dei prodotti. Nel menù diContinua a leggere “The language of food”

(Prima) content (poi) marketing

Oggi voglio parlarvi di (prima) Content (poi) Marketing di Sam Gaidy. Un libro veloce, si legge in un paio di ore, il cui punto di forza è che si parla del content marketing prima del content marketing. Si parte da un presupposto che in molti testi viene dato per scontato: per parlare di contenuti bisognaContinua a leggere “(Prima) content (poi) marketing”

Il dilemma dell’onnivoro

Il maggior pregio del libro che vi propongo questa settimana è quello di far riflettere. Il dilemma dell’onnivoro di Michael Pollan ci spiega, senza sensazionalismi e senza voler propinare alcuna teoria, quanto la libertà che oggi abbiamo nello scegliere quello che possiamo e vogliamo mangiare, ci dia la responsabilità anche delle conseguenze della nostra scelta.Continua a leggere “Il dilemma dell’onnivoro”