Settimana 7-2017

100% italiano


Finalmente sabato ed eccoci alla selezione di articoli e post della settimana.
Questa settimana ho trovato molte letture interessanti sui vari aspetti della vita da freelance, dall’innovazione alle tasse.

Se come me siete affascinati dalle stampanti 3D e dalle incredibili applicazioni nei settori più disparati, dal food al medico, potrebbero interessarvi i corsi che ho deciso di segnalarvi oggi.

Buona lettura.


Di traduzioni e traduttori
5 IDEE ERRATE SULLA TRADUZIONE AUTOMATICA
Il linguaggio che svela il mondo: il caso dei Foreign fighters
Scegliere le amenity giuste per l’hotel, il marchio e gli ospiti
Storie di bucce: da scorza a zest

Vita da freelance
Il Curriculum Vitae della Freelance: dalla teoria alla pratica
Festeggiare i risultati
Come convertire un PDF: la guida definitiva
Marketing online: trend 2017 per imprenditrici creative
Le 50 aziende più innovative del 2017 secondo Fast Company
Marina Salamon: solo le aziende in cui “la gente sta bene“ potranno vivere a lungo
Scrivere per il web: come differenziarsi e cosa non fare
L’acquisto e la fedeltà del cliente si ottengono con calore e competenza
Io, mammo precario
Di soldi, tasse e altre utili cose noiose

Food
10 snack che da noi non si trovano (e che segretamente vorremmo)
Nel grigiore dell’inverno una cicoria ci salverà
Burro, olio d’oliva ed extra vergine. Quale è meglio per il nostro intestino?
Il segreto del successo del biologico? Più domanda che offerta

Corsi
Turn your Ideas into Objects (3D Printing Specialization)
Bioprinting: 3D Printing Body Parts

Domande filosofiche

first-time


Credo che la risposta a questa domanda dica molto di noi e della nostra propensione al cambiamento. Dall’inizio dell’anno sto cercando, almeno dal punto di vista lavorativo, di avere il maggior numero di prime volte possibile e devo dire con una certa soddisfazione che finalmente le cose si stanno muovendo. Non è tutto perfetto ed è molto faticoso, anche perché credo di essere una delle persone più refrattarie al cambiamento che esistano, quindi questa “cosa” richiede uno sforzo notevole, però ne vale la pena. E voi, quand’è stata l’ultima volta che avete fatto qualcosa per la prima volta?

Credo che la risposta a questa domanda dica molto di noi e della nostra propensione al cambiamento. Dall’inizio dell’anno sto cercando,almeno dal punto di vista lavorativo, di avere il maggior numero di prime volte possibile e devo dire con una certa soddisfazione che finalmente le cose si stanno muovendo. Non è tutto perfetto ed è molto faticoso, anche perché credo di essere una delle persone più refrattarie al cambiamento che esistano, quindi questa “cosa” richiede uno sforzo notevole, però ne vale la pena. E voi, quand’è stata l’ultima volta che avete fatto qualcosa per la prima volta?Save

Save

Save

Be my Valentine

san-valentino


Mi rendo perfettamente conto che un post su San Valentino il giorno di San Valentino non sia esattamente la cosa più originale che si possa scrivere, però funziona un po’ come per il Natale: sai che è una festa commerciale, sai che non hai bisogno di un giorno speciale per dire a chi ami che per te è importante, ma non puoi resistere. Così, con le note molto appropriate di Love is in the air in sottofondo, scrivo questo post sperando di riuscire ugualmente a dargli un taglio minimamente professionale.


cb-valentine-2


Ma cosa sono gli Homemade Valentines dell’immagine qui sopra?:
Sono i biglietti di San Valentino: chi non ricorda Charlie Brown che progetta di dare la sua valentina alla ragazzina dai capelli rossi?

1979-044


Anche se sempre nei Peanuts troviamo come traduzione di valentine anche san Valentino, come nella vignetta qui sotto; e se è vero che in italiano valentina non esiste, se non come nome proprio di persona femminile, è altrettanto vero che san Valentino è la festa e da noi non indica il biglietto di auguri, che viene molto prosaicamente chiamato: biglietto di san Valentino.


san-valentino

Ma Valentine può indicare anche l’innamorato/a, come ci dice il titolo di una raccolta di fumetti, sempre di Charlie Brown.

be-my-valentine

Tuttavia, non tutte le valentine sono romantiche nel senso comune del termine, anche se, cambiando fumetto, il senso non cambia, Valentine indica sempre il biglietto di san Valentino.


valentine-calvin


Quindi come tradurre in italiano Valentine? Personalmente preferisco valentina, probabilmente per abitudine, ma per essere precisi il termine corrispondente è biglietto di San Valentino. Quindi direi che come al solito la traduzione corretta dipende dal contesto e dalla tipologia di testo: in un fumetto, dove lo spazio è limitato, valentina funziona egregiamente, in un testo più lungo e articolato, probabilmente biglietto di San Valentino è più appropriato.

E dopo aver dato sfoggio del livello delle mie letture, vi lascio con la canzone citata all’inizio di questo post.

Buon San Valentino a tutti.

Save

Salone del cioccolato 2017

Venerdì scorso sono stata al Salone del cioccolato di Milano e devo dire che è stato un bel modo di inaugurare il giro delle fiere di quest’anno.

Non troppo impegnativa, è una manifestazione relativamente piccola, con un’ottantina di espositori per lo più italiani, bella da vedere e, purtroppo per la mia linea, buona dal primo stand all’ultimo.

Visto che siamo vicini a S. Valentino dire che il tema “love is in the air” è stato il leitmotiv della manifestazione è un eufemismo: dalla statua rigorosamente di cioccolato dei due amanti che si baciano a un’infinità di meravigliose tortine, praline e simili a forma di cuore (nella foto potete vedere quella che secondo me era la più bella) e persino bellissimi bouquet di rose al cioccolato.


s-valentino


Ormai nelle fiere alimentari non possono mancare le stampanti 3D che permettono di creare statuine (nella fotografia in centro un esempio), e decorazioni varie al cioccolato.


stampanti-3d


Visto che sono andata in fiera anche per lavorare e non solo per assaggiare cioccolato, ho visitato gli stand dei produttori di macchinari vari, assistito a dimostrazioni e spiegazioni sul funzionamento di queste macchine che ci ricordano che l’arte pasticcera italiana non è fatta solo di maestri pasticceri ma anche di tecnologia ad alto livello made in Italy.


macchine


Persino io, che sono quanto di più lontano dal mondo della moda, non ho potuto non rimanere incantata davanti a questi bellissimi abiti di cioccolato e se non fossi già sposata, un pensierino sul meraviglioso abito da sposa bianco con fiori di cioccolato lo farei.

Gli abiti sono indossabili, tanto che sono stati usati per la sfilata della serata inaugurale. Un unico dubbio: come sono riusciti a risolvere il problema del calore corporeo che certamente contribuisce a sciogliere queste opere d’arte?


abiti


Ovviamente non sono mancate le dimostrazioni con le star della televisione, con tanto di file per gli autografi, e dolci preparati con i nuovi ingredienti vegani (latte di avena, latte di soia, ecc.).

E voi, siete amanti del cioccolato? Vi dilettate nella creazione di dolci decorati o simili?

Save

100% italiano speciale Liebster Award

100% italiano


Se seguite questo blog saprete che questa settimana sono stata nominata dalle ragazze di Parolabis per il Liebster Award; se non lo sapete e non sapete cosa sia il Liebster Award potete trovare il mio post qui dove spiego il tutto.
Il Liebster Award nasce allo scopo di creare una rete di blogger che si stimano reciprocamente e per far conoscere agli altri nuovi blog.
Con questa idea in mente, e perché sono un’inguaribile curiosa, sono andata a cercare altri nominati per vedere un po’ chi ha nominato chi e le domande che sono state fatte.
Ho poi deciso di condividere con voi il risultato delle mie ricerche, spero che anche voi, come me, vi divertirete a leggere nomination, motivazioni e domande, per scoprire, con mia grande sorpresa, che qualcuno ha potuto nominare ben 11 blog.
Comunque, se in settimana vi siete persi tutte le nomination e rinomination, sì qualcuno è stato nominato (super meritatamente) più volte, ecco i post che ho trovato.
Se siete stati nominati e non vi ho inclusi nella lista e vi interessa essere inclusi, scrivetelo nei commenti e provvederò sicuramente ad aggiungervi.
Vale la pena leggere questi blog perché sono davvero uno più bello dell’altro.

Blog traduzioni

Parolabis
Linguaenauti

Doppioverso
Silvia Ghiara
Stefania Marinoni
Traduzione Chiara
3P Translation
Words in Wonderland

Altri blog

DJED MEDU
Nati sotto mercurio
Professione archeologo
Penna in viaggio
Memorie dal Mediterraneo
Verba Volant Monumenta Manent
Archeokids

Maraina in viaggio
Viaggio da sola perché
Daniele mancini Archeologia
Generazione di archeologi

Save

Save

Gravity cake

Visto che domani sarà una giornata interamente dedicata al cioccolato, infatti andrò al Salon du Chocolat a Milano, ho pensato di dedicare questo post al cake design: immaginate una torta che rappresenti una cascata di M&M’s o altre praline al cioccolato, che si riversa su una torta che fa da base, oppure una caraffa di latte che viene versata in una tazza, il tutto sapientemente decorato. Ecco le gravity cake, o gravity defying cake (torte che sfidano la gravità), in italiano torte sospese. Ma i soggetti possono essere i più disparati e le decorazioni possono anche non essere fatte di cioccolato e fondente di cioccolato. In pratica le torte sospese sono normali torte che hanno una parte che rimane sospesa grazie a dei supporti come cannucce, bacchette di cioccolato o altri sostegni che vengono ricoperti di pasta di zucchero e che permettono di sbizzarrirsi con le decorazioni, come mostrano le immagini qui sotto (cliccate sulle immagini per visitare i siti originali):

gravity-cake-1

gravity-cake-2

gravity-cake-3

gravity-cake-4

gravity-cake-5

gravity-cake-6

gravity-cake-7

gravity-cake-8

gravity-cake-9