Smoothie

smoothie


Anche se il clima di questi giorni farebbe pensare al contrario, la stagione calda si sta velocemente avvicinando,  cosa c’è di meglio che sorseggiare un bello smoothie per rinfrescarsi e, perché no, magari anche per sostituire il pranzo nelle giornate più calde?
Certo, ormai siamo talmente abituati a sentire chiamare queste bevande con il loro nome inglese che ci siamo dimenticati che da bambini li chiamavamo semplicemente frullati o frappè. Certo i nostri frullati erano molto più semplici, un po’ di frutta, solitamente banane e fragole o pesche, latte e via la merenda era pronta. Per un dopo cena più goloso bastava frullare latte, del buon gelato, un po’ di ghiaccio e il frappé era servito.
Il nome di questa bevanda deriva dall’aggettivo smooth, che significa liscio, morbido, ma anche dolce, tutte caratteristiche tipiche di questi particolari frullati.

Gli smoothie, diversamente dai frullati e dai frappé, si prestano a uno spettro di variazioni molto più ampio: innanzi tutto possono non essere di semplice frutta, ma si possono preparare anche con l’aggiunta di verdura, solitamente a foglia verde, come spinaci, bietole, sedano, ecc. (green smoothie).

Al posto del normale latte di mucca, si possono usare latte di soia, di cocco, di riso o di mandorle (solitamente nelle versioni vegane), yogurt, yogurt greco o anche della semplice acqua minerale. In alternativa si può utilizzare anche del succo di frutta.

Per renderlo un pasto completo si aggiungono proteine in polvere, oppure della soia.
Possono essere dolcificati con miele, banane, sciroppo d’agave e/o vari tipi di zucchero o dolcificante.
Per finire possono essere insaporiti con tutta una serie di spezie (cannella, zenzero, noce moscata, pepe, ecc.) o ingredienti vari, per gli americani l’immancabile burro di arachidi, ma si può anche scegliere della nutella, del cocco grattugiato, vaniglia e qualunque altra cosa vi suggerisca la fantasia.
Visto che parliamo di bevande per combattere il caldo, ovviamente si può aggiungere del ghiaccio o della frutta surgelata (ad es. frutti di bosco).
Se scegliete ingredienti leggeri e noti per la loro funzione disintossicante, avrete ottenuto uno smoothie detox,

Se siete curiosi e volete provare qualche ricetta ecco una selezione di quelle che mi sono sembrate più gustose (basta cliccare sull’immagine per leggere la ricetta completa).
Se volete provare altre ricette, potete anche visitare la mia board dedicata su Pinterest.

smoothie a strati
Blueberry Coconut Layered Smoothie

 

triple-berry-immunity-smoothie
Triple Berry Kiwi Smoothie

 

raspberry-peach-smoothie-shake-1200-8915-600x900
Raspberry Peach Smoothie Shake

 

banana smoothie
Banana Breakfast Smoothie

 

mango_peach_strawberry_smoothie12.
Mango Peach and Strawberry Smoothie

 

 

 

 

Annunci

2 pensieri su “Smoothie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...