Bontà natalizia in musica

Do they know it’s Christmas è la canzone di Natale per antonomasia. Non tanto per la canzone in sé, quanto per la sua storia, per come è nata e per come è stata in seguito riproposta negli anni.
Si dice che Midge Ure aspirasse che ogni generazione avesse la sua Band Aid a interpretare questa canzone, come vedremo è stato abbastanza accontentato.

Alla fine del 1984 l’Etiopia stava vivendo un periodo di particolare carestia. Bob Gendolf, dopo aver visto un documentario sull’argomento ebbe l’idea di un disco per raccogliere fondi da destinare all’Etiopia. Coinvolse nel progetto prima Midge Ure e in seguito un’altra trentina di cantanti inglesi e irlandesi. Il disco ebbe un grandissimo successo e il gruppo di cantanti famosi, prese il nome di Band Aid (come una famosa marca di cerotti, perché erano artisti che si proponevano di prestare soccorso). I cantanti che parteciparono erano i migliori cantanti irlandesi e inglesi dell’epoca.

Nel 1989 si riunì un altro gruppo di cantanti, sempre con il nome di Band Aid e sempre composto dai migliori cantanti inglesi e irlandesi del periodo.

Nel 2004 il gruppo di cantanti che aderì all’iniziativa prese il nome di Band Aid 20 e alla canzone viene aggiunta una parte rap.

Nel 2014 arriva una nuova versione, questa volta il gruppo di cantanti prende il nome di Band Aid 30 e probabilmente è più conosciuta per la polemica tra l’organizzatore, Bob Gendolf, e Adele, che rifiutò di far parte del gruppo di cantanti che interpretarono la canzone.

La prima versione resta la migliore e la più venduta.

Testo di Bob Gendolf e Midge Ure:
It’s Christmas time; there’s no need to be afraid
At Christmas time, we let in light and we banish shade
And in our world of plenty we can spread a smile of joy
Throw your arms around the world at Christmas time
But say a prayer to pray for the other ones
At Christmas time

It’s hard, but when you’re having fun
There’s a world outside your window
And it’s a world of dread and fear
Where the only water flowing is the bitter sting of tears

And the Christmas bells that ring there
Are the clanging chimes of doom
Well tonight thank God it’s them instead of you
And there won’t be snow in Africa this Christmas time

The greatest gift they’ll get this year is life
Oh, where nothing ever grows, no rain or rivers flow
Do they know it’s Christmas time at all?

Here’s to you, raise a glass for ev’ryone
Here’s to them, underneath that burning sun
Do they know it’s Christmas time at all?

Feed the world
Feed the world

Feed the world
Let them know it’s Christmas time again
Feed the world
Let them know it’s Christmas time again

Nota: nel 1985 un gruppo di cantanti americani registrò We are the world, sempre per raccogliere fondi per l’Etiopia messa in ginocchio dalla carestia, ispirandosi all’iniziativa di Band Aid.

Anche We are the world verrà riproposta, nel 2010, questa volta per raccogliere fondi per Haiti che era stata colpita da un devastante terremoto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...