The Marketing Cookbook for Translators

bibliotecatraduttore


Tess WhittyoCosa scrivere di un libro che sicuramente tutti conoscono? Probabilmente una banalità, ma una banalità molto vera: questo libro dovrebbe far parte del kit di letture di base di ogni traduttore.
In un settore dove la competizione è sempre più agguerrita, sapersi far notare nella folla di traduttori in modo professionale, ragionato ed efficace è diventato vitale e questo libro insegna come farlo passo a passo, come in una ricetta di cucina, con consigli, spunti e molti riferimenti pratici.
Il punto di forza di questo manuale è sicuramente la schematicità che permette, una volta terminata la prima lettura completa, di navigare tra le varie sezioni secondo necessità, rendendolo un vero e proprio testo di consultazione. Nel libro non vengono proposte ricette miracolose o soluzioni universali, ma un’analisi accurata di tutti i passi, partendo dal business plan (quindi con la definizione di servizi, cliente ideale e tariffe) fino a stabilire obiettivi e metodi per riuscire a pianificare un’attività di marketing completa. Il testo accompagna il lettore passo a passo nella preparazione di tutto il materiale marketing necessario alla ricerca dei clienti, dal CV (ebbene sì, il caro vecchio CV è ancora il primo strumento di marketing), al biglietto da visita, dal sito ai profili sui social media (ho trovato particolarmente interessante la sezione su LinkedIn). Si parla di strategie di prezzi, di dove trovare i clienti e come mantenerli (customer care), di gestione del tempo e si parla anche di come superare i periodi di magra ( Feast and Famine strategies).
È un testo completo e accurato ma non eccessivamente tecnico, oltre ad essere forse l’unico manuale di marketing ho letto fino in fondo e anche con un certo piacere.

Pubblicato da deboraserrentino

Sono una traduttrice professionale dall’inglese all’italiano e docente di inglese. Specializzata nel settore alimentare mi definisco foodie translator, perché del cibo amo tutti gli aspetti culturali, tecnici e linguistici, ma anche cucinarlo e mangiarlo. Mantovana di nascita e nel cuore, vivo a Bergamo da quasi vent’anni con un marito, un figlio, due gatti e una tartaruga.

Unisciti alla discussione

1 commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: