Chi ha paura del cucchiaio di legno?

Inizia quel periodo dell’anno in cui si vedono omoni grandi e grossi preoccuparsi di cucchiai di legno, cappotti e imb467130640.jpgiancate. No, non è un delirio collettivo, semplicemente sta per iniziare il torneo delle sei nazioni, secondo me uno degli eventi sportivi più belli dopo le olimpiadi invernali.
Quello che colpisce di questo torneo è la quantità di trofei e titoli che prevede, ognuno con la propria storia, perché è un torneo che dalla sua nascita si è evoluto ed è cambiato. Inizialmente il torneo prevedeva solo le quattro nazioni britanniche, Inghilterra, Scozia, Irlanda e Galles, e a dire il vero non era nemmeno un torneo, erano una serie di Test Match, incontri ufficiali, delle rappresentanze di queste quattro nazioni. Alcuni giornalisti iniziarono a stilare classifiche e a dare punteggi, e così nacque il torneo. Nel 1910 fu ammessa la Francia e nel 2000 l’Italia, divenendo così il sei nazioni che conosciamo oggi.
Come dicevo, nel corso della sua storia, al trofeo per il vincitore, si sono aggiunti tutta una serie di titoli e riconoscimenti per lo più simbolici:
Grand slam (grande slam): viene assegnato se la nazione vincitrice ottiene il punteggio pieno, ovvero se batte tutte le altre squadre. Il primato spetta all’Inghilterra con 12 titoli, seguita a ruota dal Galles che ne ha vinti 11.
Triple Crown (triplice corona): viene assegnato alla squadra britannica che batte le altre tre. L’origine della definizione è incerta, potrebbe essere dovuta alla triplice corona di Giacomo I Stuart, che nel 1603 fu il primo sovrano a riunire tutte e tre le corone del Regno Unito. Fino al 2006 era definito il trofeo invisibile, perché non c’era un trofeo vero e proprio. Nel 2006 la Royal Bank of Scotland, principale sponsor della manifestazione, commissionò un trofeo apposito, un piatto d’argento. L’Inghilterra detiene il primato con ben 24 trofei, seguita dal Galles che ne ha vinti 18.
Wooden spoon (cucchiaio di legno): il titolo viene assegnato alla squadra che arriva ultima nella competizione. Questo “riconoscimento” si rifà alla tradizione degli studenti dell’università di Cambridge di regalare ai colleghi con i voti peggiori un cucchiaio di legno, in segno di derisione. Benché il primato sia detenuto dall’Irlanda (36) seguita dalla Scozia (33), l’Italia ha vinto ben 10 cucchiai di legno su 15 edizioni del torneo a cui ha partecipato.
Whitewash (letteralmente imbiancata, si può tradurre anche con cappotto): questo titolo viene assegnato alla squadra che perde tutte le partite in programma per la manifestazione. Non deve essere confuso con il wooden spoon, anche se a volte possono coincidere.
Calcutta Cup: è uno dei più antichi trofei del rugby, viene assegnato dal 1878 alla vincitrice tra Inghilterra e Scozia. Nel 1872 a Calcutta venne giocata una partita tra una rappresentanza inglese e una di giocatori di Scozia, Irlanda e Galles. La partita ebbe successo e portò alla nascita del Calcutta Football Club. Nel 1877 il club si sciolse per scarso seguito e si decise di fondere le rupie d’argento rimaste nella cassa della società per realizzare una coppa che venne donata alla federazione nel 1878.
Millennium Trophy: il premio fu istituito nel 1988 per la celebrazione del millenario della fondazione di Dublino e viene assegnato alla vincitrice tra l’Inghilterra e l’Irlanda.
Centenary Quaich: il premio vine assegnato alla vincitrice tra Irlanda e Scozia.
Trofeo Giuseppe Garibaldi: il trofeo è stato istituito nel 2007 in occasione del bicentenario della nascita di Garibadi e viene assegnato ogni anno alla vincitrice tra Francia e Italia.

Ebbene sì, anche quest’anno il sei nazioni sta per iniziare (sabato 6 febbraio), sarà interessante vedere non solo la vincitrice, ma anche a chi verranno assegnati i vari titoli. Speriamo che l’Italia non arrivi ultima. Paura del cucchiaio di legno? Chi io?

 

 

 

Annunci

Un pensiero su “Chi ha paura del cucchiaio di legno?

  1. Pingback: Come nascono le idee per un post | Debora Serrentino – Foodie Translator

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...